Una Camera a misura di Tribunale

14 gennaio 2022 – Finalmente ritorna disponibile il sito CEEGIS!

Scusandoci per la “momentanea” assenza che ci ha visti impegnati in un travagliato passaggio ad altro gestore di domini internet, da oggi saremo di nuovo operativi. E’ ancora in corso la revisione dei documenti e delle notizie: tornate a visitarci e troverete gli aggiornamenti.

Grazie per la pazienza.

La Camera

CEEGIS, ente professionale senza fini di lucro fondato il 14 novembre 1987 a Pescia (PT) e già organismo del quadro CEE, è l’associazione degli specialisti tecnici di indagini scientifiche che prestano la propria opera di esperti giudiziari in ambito penale e/o civile.
Nel considerare l’esperto giudiziario, la Camera non fa distinzione fra quelli nominati d’ufficio e quelli nominati dalle parti, entrambi voluti e regolamentati dai legislatori di tutta Europa. Infatti, di volta in volta, lo stesso specialista può essere nominato tanto dalle autorità giudiziarie che da una delle parti. In entrambi i casi, l’esperto CEEGIS è tenuto alla conoscenza e al rispetto delle regole procedurali e alla rigorosa applicazione delle regole dell’arte e della deontologia.
La Camera degli Esperti Giudiziari rappresenta cosi i Collaboratori tecnici e scientifici di Giustizia di fronte alle Autorità giudiziarie mettendosi a disposizioni delle stesse per contribuire a migliorarne le regole, la loro applicazione e il sistema giudiziario nella materia dell’infortunio stradale.

Contemporaneamente la Camera:

  • seleziona i propri membri tramite un esame delle candidature assai più selettivo della procedura d’iscrizioni agli elenchi di tribunale;
  • cura gli aspetti etici e deontologici dell’attività peritale e di consulenza dei propri membri;
  • si occupa delle procedure di nomina e di mandato e segue la problematica dei compensi;
  • organizza corsi di formazione e di aggiornamento tramite la sua Accademia;
  • sostiene la formazione specialistica presso le associazioni di categoria o gli enti di specialità riconosciute quali ad esempio la medicina legale e la psicologia del traffico;
  • organizza e partecipa a incontri congressuali pertinenti con le attività di indagine e di accertamento tecnico scientifico giudiziario.

La formazione

La Camera non si sostituisce per nulla alle Associazioni professionali di categoria. A queste CEEGIS riconosce tutta l’importanza del loro ruolo di rappresentanza e tutela della professione che rappresentano e del prezioso lavoro di formazione e di aggiornamento specialistico professionale che svolgono.
Non c’è conflitto d’interessi alcuno. Infatti, la formazione di cui si occupa la Camera si concentra sulle conoscenze supplementari specifiche richieste dall’attività di perito o consulente in ambito giudiziario generale. La formazione di chiaro carattere giuridico giudiziario operativo si aggiunge così a quella specialistica specifica dell’indagine scientifica forense tesa anche all’interazione di ogni branca attiva in questo settore, quali ad esempio quelle degli Psicologi del traffico, dei Medici legali e dei Tecnici della ricostruzione dei sinistri stradali e del rilievo.
Oggi questa formazione considera anche la funzione multidisciplinare dell’accertamento che sta assumendo sempre più importanza e che richiede particolare attenzione di coordinamento.

Gli studi di settore

La Camera è particolarmente sensibile alle problematiche comuni a coloro che sono attivi quali Collaboratori tecnici e scientifici di giustizia. Fra queste:

  • l’ Etica e la deontologia peritale giudiziaria;
  • le Modulistiche peritali, mirate alla strutturazione peritale, alla sua semplicità e chiarezza;
  • la Formulazione dei mandati, mirata a meglio definire compiti, doveri, competenze e retribuzione dell’esperto;
  • gli Onorari peritali, differenziando fra penale e civile ma sempre ricercando la definizione di compensi adeguati all’importanza dell’opera e al decoro della professione;
  • il Segreto d’ufficio e quanto questo possa irragionevolmente limitare le dovute osservazioni e riserve peritali e di parte.

L’ Esperto CEEGIS

Indipendentemente dal ruolo derivante dalla nomina, l’obiettivo peritale è sempre l’accertamento tecnico scientifico dei fatti mirato alla conoscenza della verità oggettiva.
A seconda del procedimento (penale o civile) e del mandante (autorità giudiziaria o parte) possono invece differire tanto le strategie quanto i quesiti sottoposti all’esperto.
La padronanza di queste particolarità procedurali sono conoscenze che l’Esperto CEEGIS aggiunge al suo sapere specialistico specifico e che insieme all’integrità personale costituiscono la garanzie ed il plus valore offerto all’Utenza dai membri della nostra Camera.

Le ammissioni

Ogni candidatura è esaminata dal Comitato di promozione professionale in modo approfondito.
È richiesta copia dei documenti che attestano titoli di studio, formazione specialistica e aggiornamenti professionali specifici. Particolare attenzione è rivolta anche a quanto si è già prodotto in ambito giudiziario. Con questo esame si definisce poi il campo in cui l’Esperto, vantando conoscenze particolari, è legittimato a operare. In casi particolari può essere richiesto anche un colloquio di presentazione o esame. Un documento di valutazione, strettamente confidenziale e interno, è sempre redatto all’attenzione del Comitato Esecutivo cui spetta la decisione finale. L’ammissione è sempre limitata al campo di attività peritale definito in fase di ammissione. In caso di reiezione della domanda, l’interessato è sempre informato dei motivi per cui la sua domanda è stata o sarà rifiutata.
Il titolo di Esperto giudiziario CEEGIS™ è protetto e tutelato. Costituisce un riconoscimento particolare poiché ottenibile unicamente tramite questa severa procedura di ammissione.
I formulari per la domanda di ammissione sono da richiedere al Segretariato. La relativa corrispondenza avviene per posta elettronica semplice.

Gli incontri congressuali

La Camera Europea degli Esperti Giudiziari organizza e partecipa a incontri congressuali , corsi e seminari pertinenti con l’attività d’indagine e di accertamento tecnico scientifico giudiziario.
In questo spirito la Camera si mette a disposizioni anche delle Associazioni professionali di categoria quando queste, al proprio interno, affrontano simili problematiche.

error: Content is protected !!